Google+ Followers

domenica 30 giugno 2013

Le mie parole

Le mie parole sono sassi
precisi aguzzi pronti da scagliare
su facce vulnerabili e indifese
sono nuvole sospese
gonfie di sottointesi
che accendono negli occhi infinite attese
sono gocce preziose indimenticate
a lungo spasimate e poi centellinate, sono frecce infuocate che il vento o la fortuna sanno indirizzare
Sono lampi dentro a un pozzo, cupo e abbandonato
un viso sordo e muto che l'amore ha illuminato
sono foglie cadute
promesse dovute
che il tempo ti perdoni per averle pronunciate
sono note stonate
sul foglio capitate per sbaglio
tracciate e poi dimenticate
le parole che ho detto, oppure ho creduto di dire
lo ammetto
strette tra i denti
passate, ricorrenti
inaspettate, sentite o sognate...
Le mie parole son capriole
palle di neve al sole
razzi incandescenti prima di scoppiare
sono giocattoli e zanzare, sabbia da ammucchiare
piccoli divieti a cui disobbedire
sono andate a dormire sorprese da un dolore profondo
che non mi riesce di spiegare
fanno come gli pare
si perdono al buio per poi ritornare
Sono notti interminate, scoppi di risate
facce sopraesposte per il troppo sole
sono questo le parole
dolci o rancorose
piene di rispetto oppure indecorose
Sono mio padre e mia madre
un bacio a testa prima del sonno
un altro prima di partire
le parole che ho detto e chissà quante ancora devono venire...
strette tra i denti
risparmiano i presenti
immaginate, sentite o sognate
spade, fendenti
al buio sospirate, perdonate
da un palmo soffiate 


 Samuele Bersani

Ieri sono uscita di casa verso le 19:30 per recarmi all'appuntamento con alcuni amici, nuovi, non i 'soliti idioti del sabato sera'. Camminando da sola per strada ero... Cioè, stavo bene. Non è stato come sempre. Non guardavo per terra, coprendomi il viso con i capelli. Camminavo normale, a testa alta. E pensavo a cose belle. Tipo a cosa proverò camminando per le strade di Dublino con un bel cappuccino caldo di Starbucks in mano.

Ero imbarazzata a cena con quelle persone nuove, conoscevo solo una ragazza, L. E le ho chiesto se potevo sedermi vicino a lei. Ma dopo 5 minuti un ragazzo mi ha subito introdotto in una conversazione ed è andato tutto bene, mi sono divertita. Sì, MI SONO DIVERTITA
Perchè erano tutti gentili, maturi, simpatici e non mi guardavano dall'alto in basso.

Mi vergogno delle mie cicatrici...

E, un'altra cosa. Basta tenersi tutto dentro. Lo dico anche a voi ragazze. Dite tutto. Lasciatevi esplodere. Tenere le cose dentro non fa altro che logorarci, mangiarci gli organi. Fa male, come il catrame delle sigarette.
Spero vi piaccia la canzone che ho riportato sopra. Si intitola "Le mie parole", di Samuele Bersani.

Vi lascio con una bella foto di Dublino.


8 commenti:

  1. Sai che hai ragione? fa male tenersi tutto dentro, ma credo che a volte faccia più male dirle e scoprire che le persone a cui le avevamo dette erano le persone sbagliate!
    Sono felice che tu ti sia divertita :)
    Un bacio,
    effe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Effe, bisogna scegliere le persone giuste. Ma se si subiscono dei torti, bisogna farsi valere, senza paura ;)
      Un bacio!

      Elimina
  2. Dublino???
    Mi hai fatto venire tanta voglia di tornarci...ti assicuro che, comunque tu la stia immaginando( a meno che tu non ci sia gia' stata) la realta' è ancora meglio :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci sono stata e come! Per una settimana, ad agosto del 2012. E me ne sono innamorata :)
      Un bacione a te!

      Elimina
  3. ti leggo più positiva..propositiva..

    forse tutto parte dal fatto che non ti tagli da un pò?
    è come se adesso ti sentissi veramente libera..
    ora stai esplorando le tue emozioni..
    dialoghi con te stessa..
    hai più fiducia in te..
    e lo trasmetti..
    ecco perchè ti hanno subito coinvolta nella conversazione..
    perchè ti hanno trovata interessante!
    che bello!


    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so da cosa dipende, ma hai ragione. Mi sento meglio :)
      Ti abbraccio, spero di essere un buon esempio per te <3

      Elimina
  4. Che bello leggere queste tue parole, che hanno una nota di positività. Sicuramente sei cresciuta tanto da quando ho iniziato a seguirti, e mi si lieta il cuore leggere che haI camminato a testa alta, che ti sei divertita...
    Continua così tesoro
    Sei sulla strada giusta e Dublino ti aspetta.
    Ti stringo forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero Faby, anche tu sei sulla buona strada e sono convinta che continuerà i cosi :)
      Un abbraccio <3

      Elimina