Google+ Followers

mercoledì 26 giugno 2013

"Fammi respirare ancora, portami dove si vola, dove non si cade MAI."

Chiedo perdono per la mia lunga assenza.
Giornate strazzianti e stancanti al massimo. All'insegna dell'ansia e del senso di dovere e responsabilità.

La repressione... Gran brutta cosa quella. Io sono una repressa del cavolo. Ma in questi giorni sto tipo esplodendo. Tratto di merda la gente che mi ha fatto/mi fa stare/mi fa sentire una merda. Sbraito, urlo, dico tutto in faccia. Prendo a pugni il mio armadio. E, cosa ancor più importante, non me ne pento.

Siete tutti infami e io sto con voi solo per sentirmi normale, perchè la società vuole superficialità. Non vuole solitudine, vuole baldoria, vuole scherzi stupidi, vuole critiche, vuole qualcosa di cui parlare, vuole falsità, vuole sfruttamento, vuole bugie. Ma è arrivato il momento di mandarvi tutti a cagare. Col cuore proprio. Perchè voi non sapete niente di me. Pensate che io non abbia nessun problema, che se reagisco in un certo modo è solo perchè sono matta. Mentre invece non sapete che 5 minuti prima di uscire con voi mi sono tagliata, ma appena vi vedo sorrido. Che mentre passeggiamo penso a buttarmi sotto una macchina e suicidarmi, finalmente. Siete tutti egoisti perchè pensate che i problemi che non si vedono, non esistono.

Io con i miei coetanei non ci sto bene. Con persone dai 30 anni in su sì invece. Perchè di solito hanno un cervello maturo almeno quanto il mio. E non lo dico come un vanto. Lo dico perchè so di essere strana e particolare. Cresciuta troppo in fretta grazie allo scorrere degli eventi.

E poi voglio dire un'altra cosa. Io sono strana, matta, permalosa, isterica, pazza, quello che volete. Ma io non ho paura proprio di niente e anche se di me è rimasta praticamente una poltiglia informe, io so affrontare qualsiasi cosa. So affrontare me, le mie insicurezze, l'ignoto, le paure, gli sbagli. Tutto.

Voi... Voi invece, siete stupidi e superficiali. Se vi prestassi i miei pensieri per un'ora vi suicidereste immediatamente. Siete fatti di ricotta, non avete le palle. E' anche grazie a voi che l'Irlanda mi sembrerà ancor più bella.

Scusate per lo sfogo. Sto troppo piena di schifo, di odio. Troppe cose tenute dentro per tanto tempo.



Ho voglia di libertà, di sentirmi leggera, di stare bene con una persona. Almeno una. Non un gruppo, me ne basta una. Non so se arriverà mai questa persona. Una c'è già, ed Courtney, la mia migliore amica. Ma ne vorrei un'altra. 

Una persona a cui poter chiedere di farmi respirare di nuovo, di farmi volare così da non cadere mai.

4 commenti:

  1. ...se avessi potuto usare delle parole per esprimere ciò che ho dentro, avrei usato esattamente queste.

    E' bello quando riesci a mandare a cagare lo schifo. E' bello perchè finalmente esci un attimo dal buco nero, giusto per urlare in faccia al mondo che non ti sta più bene qualcosa.
    Cara, hai appena iniziato la rivoluzione, la TUA rivoluzione. Congratulazioni!
    L'Irlanda sarà la tua eterna boccata di aria fredda...

    Forza e coraggio! Sei così vicina ai tuoi sogni che se ti impegni li tocchi già ora.

    Coraggio!
    Ti stringo <3

    Carlotta <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai una carica piena di ottimismo con i tuoi commenti. E mi sento capita :)
      Sì, non devo mollare!
      Grazie Carlotta, ti abbraccio forte <3

      Elimina
  2. Hai ragione, la superficialità è ammassata nella società che ci circonda...
    Ti capisco, anche io sono matura...non sto bene con le persone della mia età ma con quelle che hanno più o meno 30 anni...e ai miei genitori non va bene, dicono che devo frequentare i miei coetanei.
    MA se li trovo piccoli e superficiali, perché devo stare con loro? Perché devo stare male con loro e fingere invece di essere contenta di vederli?
    Coraggio.
    Ti sei sfogata, hai fatto bene.
    Ti sono vicina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie bella, spero migliori la situazione... Sia mia che tua, solo noi possiamo fare qualcosa.
      Un abbraccio <3

      Elimina