Google+ Followers

giovedì 16 maggio 2013

Post per le ragazze e pensieri...

Voglio cogliere l'occasione per ringraziare le ragazze (se ci sono anche ragazzi non lo so) che visitano e commentano il mio blog.
Sembra una cosa stupida, ma aprire il blog e trovarsi un commento di sostegno sotto qualche post, è davvero una bella cosa. Ti senti meno sola nella 'malattia', nel delirio, nel dolore. Siamo circondati da tante persone nella vita reale, ma sapere che ci sono persone (anche se solo virtuali) che capiscono e affrontano i tuoi stessi problemi, aiuta.
Voglio ringraziare 'Pulce', 'se fossi fuoco arderei il mondo', '*Viellina*, 'Ima Sickone', e naturalmente la mia migliore amica 'yaxelle' (ovvero, Courtney).
Scusate se non ho messo il collegamento sui vostri nomi, ma non so come si fa.

Grazie perchè mi leggete e mi capite. Perchè credete in me. Mi piace immaginare le vostre facce mentre leggete. Mi capita di pensare a qualche post scritto da voi durante il giorno.
Vorrei mettere la foto di una parte di me; che ne so, le mani, le braccia, le clavicole o il collo. Giusto per farvi avere un'immagine della persona che scrive queste cose. Ma non ci riesco. Chiedo venia, ma non ci  riesco. Non c'è una singola parte di me che mi aggrada, non posso. Troppo grassa per mettere una foto, troppo, non ci riesco. So che capirete.

Oggi  non riesco a respirare... "E' come avere qualcosa dentro che ti uccide", dicevo ieri a Courtney.
Ma quelle come noi, come fanno? Come fanno a sopravvivere? Anche quando vuoi guarire lo sai che quel 'mostro' dentro di te rimane. Rimane per sempre. E noi, siamo le guerriere del mondo. Inutile che dicano che siamo fragili, deboli, stupidine... Noi siamo le più forti, noi riusciamo in tutto anche se non ce ne accorgiamo. Noi siamo persone splendide. Empatiche e comprensive. Noi siamo quel che non vorremmo essere, dentro. Ma all'esterno riusciamo a convertire la nostra energia negativa in positiva, per far star bene gli altri.

Tenete duro. Fate programmi belli per il futuro. Create. Sperimentate. Pregate. Amate. Lasciatevi amare. 'Lasciatevi amare' non vuol dire che dovete rimanere aspre. Non so se avete capito il gioco di parole e il duplice significato della frase.

Per concludere, vi ringrazio di cuore.




Eve K.

10 commenti:

  1. Mi sono commossa.
    Sei speciale, dico sul serio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piccola mia!!! <3
      Anche tu sei speciale, ti amo tanto.

      Elimina
  2. Non c'è bisogno di ringraziare! È il minimo che possiamo fare... Sostenere le altre viene naturale quando si è sulla stessa barca!


    Non preoccuparti se non riesci a pubblicare le tue foto : ti apprezziamo per quella che sei, per quella che dimostri di essere con te tue parole.
    Noi sappiamo già come sei, non ci serve una foto per capirlo.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio ancora :)
      Un abbraccio forte a te.

      Elimina
  3. grazie a te!
    te lo dico non per piaggeria ma sin dai tuoi primissimi post ho capito che devi essere una persona splendida..
    che fa della sua sofferenza non un'arma di ricatto sociale..
    ma un bagaglio per arricchire con le sue fragilità chi le sta intorno..per trasmutare il dolore in speranza..
    e la sua partecipazione è sempre sincera..e calda..
    e riscalda..
    tu ti lasci amare..
    non ti chiudi in un isolamento di ghiaccio..

    è come se ti avessi vista..attraverso la trasparenza dei significati intrinseci ed estrinseci delle tue parole..dei moti della tua anima..
    che fanno muovere anche me.

    perciò anche io ti dico 'grazie'.


    ti stringo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora io spero che i miei piccoli post possano davvero aiutare te... Ad affacciarti alla vita, come dico sempre... Grazie ancora.
      Ti mando un caro abbraccio.

      Elimina
  4. Grazie mille, sapere che i miei post possono aiutare altre persone mi rende felice...però ricorda che anche tu aiuti noi. Io la vedo come una grande rete dove tutte noi ci stiamo aiutando per uscire dal nostro tunnel, perché abbiamo lo stesso problema, con sintomi uguali e diversi. Ma siamo tutte sulla stessa barca e abbiamo deciso di remare.
    Forza ragazze, forza Eve. Non mollare.
    Andiamo...il mondo ci aspetta, l amore anche. Dobbiamo solo trovare il coraggio
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hai ragione. Forza!
      Un bacio :*

      Elimina
  5. [avevo commentato ma probabilmente la mia connessione mi ha giocato un brutto scherzo]
    Ti ringrazio per avermi citato, ti ringrazio per condividere con me e con altri la tua vita e per leggerci. e sì, penso proprio le stesse cose. In fondo aprire n blog del genere solo per ostentare la parte più oscura di sè non avrebbe senso, ciò che qui noi ricerchiamo è la cosa più semplice del mondo, quella che sta alla base dei rapporti umani e che spesso è una rarità: comprensione.
    Ti stringo forte,
    Ima

    RispondiElimina