Google+ Followers

lunedì 29 aprile 2013

Arriva l'estate.

Sì, arriva l'estate e sono tutti più allegri. Il sole, le belle giornate, gli uccellini fischiettano, i fiori, il mare, i gelati, le giornate che si allungano... Aaaah, che cosa rilassante. Che meravigliosa futura estate... Di merda

Lunga vita all'inverno e al freddo che mi penetra dentro le ossa. Viva i tè caldi, le sciarpe, i capelli, i guanti, i maglioni e i calzini di lana. Siano lodate le giornate di pioggia passate sotto il piumone. Evviva la pioggia che mi bagna da capo a piedi. Queste sono le cose che amo.

Ora magliette a maniche corte... E sapete cosa vuol dire. Vuol dire corpo più in vista e tagli ben in vista.
Ma nessuno fa domande per ora, grazie al cielo. Sarà che le mie ferite parlano da sole... O meglio, gridano.

Ma bisogna essere positivi. C'è qualcosa di positivo in tutto questo. Non so cosa sia, ma di sicuro c'è. Quindi ridiamo, scherziamo, diamoci alla pazza gioia.


2 commenti:

  1. Anche io avevo molto il tuo stesso problema in passato, e pensa che cercavo di nascondere i tagli con braccialetti, fondotinta, calzini un po' più lunghi, maglie a manica ne corte ne lunghe. Ora ho lo stesso problema per le bruciature. Ti capisco. Solo che a me chiedono sempre cosa ho fatto, e io non so mai cosa rispondere. Vorrei dire la verità, che sto male, ma se fosse così facile, forse non mi sarei nemmeno bruciata...
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie che racconti come ti senti... Mi fa sentire meno sola, anche :) A me le poche volte che è capitato che li vedessero o dicevo "il gatto" oppure le persone che li vedevano già sapevano il mio problema... Mia madre invece penso che non chiede niente perchè a paura. Non mi chiede più niente, nemmeno come sto. Perchè penso che SA' che sto male e NON VUOLE che io lo dica ad alta voce...
      Ricambio il tuo abbraccio cara, sei una bella persona <3

      Elimina