Google+ Followers

venerdì 26 luglio 2013

-5, bocca chiusa e paura di cadere.

Manca poco dai!

Ho capito cosa mi provoca le crisi autolesionistiche. Ora, non dirò chissà quale concetto sconosciuto all'umanità, ma mi va di scriverlo comunque.
Tutto si scatena quando DEVO NECESSARIAMENTE tenere la bocca chiusa, non controribattere a qualcosa che mi viene detto. Il non reagire verbalmente, mi fa reagire con azioni violente e 'sbagliate'. Il non affrontare la discussione, il tirarsi indietro, l'assecondare per forza l'altra persona, LA REPRESSIONE DI MERDA, mi causa queste crisi altrettanto merdose.

Tutto ciò è or ora accaduto. Discussione con mia madre. In cui la colpa ricade sempre su di me, sul mio modo di essere, di rispondere, sul mio temperamento, sul mio essere acida/permalosa/scorbutica/sarcastica/malata. E lei ha ragione, sempre. E affinchè la discussione abbia una fine, io devo tacere e annnuire. Dire 'per favore, grazie, scusa.'

Ed è così con ogni membro della famiglia che abita in questo pietoso condominio. IO non posso esprimere ciò che penso. Questo compito spetta solo agli altri. Io devo stare zitta, ascoltare tutto e implodere.

"Con cosa ti tagli se non hai le lamette? Con cosa ti tagli senza farti vedere? Da cosa metteresti in guardia un bimbo piccolo? Con cosa ci si fa male?"

Ho provato a tagliarmi di nuovo. Ridevo come un'isterica.

Dovrò tenere la bocca chiusa e la testa bassa per altri 5 giorni.

Voglio dei lassativi.

Oggi è andata così. Il caldo mi da alla testa. Tristezza infinita.

Buona serata ragazze.

6 commenti:

  1. Non avrai scritto chissà quale concetto sconosciuto all'umanità, ma hai messo nero su bianco uno dei meccanismi che ti provoca certi comportamenti, e io credo che già questo possa essere un primo passa per cercare di spezzare il circolo vizioso.
    In quanto al dire quello che pensi... non conosco la tua situazione familiare, quindi non mi permetto di fare illazioni... però, così, a naso, mi verrebbe da dire che tu hai tutto il diritto di dire come la pensi, altrochè... Se poi quello che dici non piace agli altri perchè non sono d'accordo... bè, questo è un loro problema, non un tuo problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veggie. Però posso garantirti che qua dentro dire la propria opinione diventa davvero difficile, asfissiante. Ti viene la gastrite e il vomito solo a pensarci. E così uno preferisce tacere e rintanarsi nelle proprie malattie, nel proprio mondo... È anche per questo che me ne vado.
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Mi dispiace troppo sentirti così giù.. Però di buono almeno c'è che hai capito cosa scatena in te questo bisogno di farti del male.
    Fregatene se nessuno ti ascolta, tu parla lo stesso. Esprimiti, urla o conversa tranquillamente, ma non tenerti tutto dentro.

    Un bacio!

    RispondiElimina
  3. Ehi cucciola, mi dispiace tanto per questo tuo momento di smarrimento.
    Però capire cosa ti porta alle crisi è un balzo in avanti. Non tenerti le cose per te, non ingoiare mattoni di parole. Parla parla parla, fatti ascoltare, urla per farti sentire.
    La repressione è una pessima cosa
    Ti abbraccio piccola

    RispondiElimina
  4. Scoprire le cause di qualcosa è sempre un passo fondamentale per arrivare alla soluzione, per cui sono molto felice per te che tu abbia capito questo. Visto che il dolore e la frustrazione da qualche parte vengono fuori, meglio che lo facciano sotto forma di parole, urla, pianti piuttosto che ritorcendosi contro di te!
    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Voi avete ragione, tutte quante, ma spesso è veramente difficile esprimersi... Grazie comunque :)
    Un bacio a tutte! <3

    RispondiElimina