Google+ Followers

giovedì 31 ottobre 2013

La mattina

Sono le 13 qui a Dublino e io sono ancora nel mio letto, con le tende chiuse. Tanto la luce entra uguale.
Tra poco, dopo aver parlato al telefono con la mia migliore amica, accenderó la TV e guarderò dei fantastici telefilm che si suppone facciano ridere.

Io non so perché. Non so perché non riesco a stare completamente sola. Non so perché ho questo bisogno di protezione. Di sentirmi considerata.

Sapete una cosa? Freddie, quel mio "amico" su cui ho scritto un post. Mi ha detto che non lo devo più cercare. Perché?
"Sai, da quando mi hai detto che stavi per suicidarti... Ecco, io non penso di poterti aiutare."
Il bello è che... Cavolo, gli ho confidato tutto. E lui:"So come ti senti, anche io alla tua età ero cosi, bla bla bla, ti aiuto io."

Certo. Si. Una sola cosa ho capito: non bisogna fidarsi proprio di nessuno. Che tanto a nessuno importa niente di noi. Non importa nemmeno se muoriamo sfracellati sotto un camion.

Io capisco che non è facile avere a che fare con me... Però... Mi dispiace che devo sempre essere 'abbandonata'. A me dispiace essere così, magari sono anche noiosa.

In questi giorni e da quando ho scritto quella frase in un vecchio post... Non posso fare a meno di pensare a James. Chissà cosa fa, come va il lavoro e tutto il resto. Che alla fine... È vero che  a volte diceva frasi che mi infastidivano, ma... È pure vero che passava i pomeriggi a perdere tempo con me, ad ascoltarmi e a cercare una soluzione ai miei stupidi problemi. E devo ammettere che... Mi è mancato. E mi manca, ora, tutto ciò. Perchè quello che diceva era per cercare di scuotermi. Quindi, please, se leggi, scrivimi. Tanto lo so che hai ancora il mio numero. Grazie.

Pensavo di tornare in Italia. Ma poi pensavo che forse è meglio di no. Ma qui... Ho solo la città. Niente altro. Non lo so.

Io spero che non mi stia venendo la depressione.

Intanto il mio digiuno va avanti, non mangio da 24 ore. E vorrei tanto un cappuccino... Di quelli buonissimi che fa il mio collega al lavoro... E vorrei berlo nel locale in Grafton Street con qualcuno... O anche da sola va bene... Ma oggi no. Oggi non mi muovo dal letto.

Un abbraccio a tutti.

8 commenti:

  1. Tesoro ciao... mi dispiace x come ti senti, mi dispiace per questo tuo bisogno di essere con qualcuno, ma è un sentimento normale che proviamo tutti credo. Solo che c'è chi è più sensibile e chi lo è meno. Anche io mi sento sola nonostante abbia gente che mi circonda. Ma mi manca l affetto.
    Un abbraccio
    Coraggio, non mollare adesso, hai fatto grandi cose ricordalo, tu sei forteeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara... Provo a continuare ad essere forte ma è un pó difficile... Anche tu devi continuare, chiedi aiuto alle persone a te vicine, tu puoi :)
      Un abbraccio fortissimo! <3

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti gliel'ho detto. Il suo era solo un modo come un altro per dirmi "togliti dalle scatole." Ma meglio così.

      Grazie per il tuo affetto. È arrivato e lo apprezzo molto <3

      Elimina
  3. Io penso che, invece di tenerle a sedimentare dentro di te in maniera tale per cui poi ti fanno male, le cose dovresti dirle ai diretti interessati. Freddie e James in questo caso. A James dovresti essere tu per prima a mandargli un messaggio o a chiamarlo, se ti fa piacere sentirlo di nuovo. Perchè nella vita, oh, si può anche cambiare idea, non c'è mica niente di male! Hai avuto bisogno di un periodo di "allontanamento" da James per disegnare te stessa, e adesso hai visto che la sua presenza ti fa stare bene. Diglielo, e tornate ad essere amici. Non aspettare la manna dal cielo, fai il primo passo.
    In quanto a Freddie, capisco che ti dispiaccia il suo allontatamento, però prova a vedere l'aspetto positivo: ha ammesso che si trova di fronte ad un qualcosa di più grande di lui. E' stato sincero. Non ha tirato avanti per poi scaricarti con qualche scusa stupida e patetica come fa la maggior parte della gente, è stato diretto e corretto. Non che la cosa ti faccia piacere, si capisce, ma per lo meno concedigli il beneficio della sincerità.
    In quanto al tornare in Italia... solo tu puoi sapere cosa è meglio per te stessa. Pensaci più che bene, e poi agisci di conseguenza.
    Ti abbraccio forte forte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. James, avevo perso il numero. L'ho miracolosamente ritrovato e contattato sedutastante. Ed è tutto OK.
      Freddie... Non ho raccontato tutti i fatti ovviamente e, fidati, è un idiota. Lascia stare.
      E no, in Italia... Non voglio e non riesco proprio a tornarci. Devo farcela a rimanere qui.
      Un abbraccio a te, grazie per il supporto, molto apprezzato :)

      Elimina
  4. "Io non so perché. Non so perché non riesco a stare completamente sola. Non so perché ho questo bisogno di protezione. Di sentirmi considerata."

    Ma perche' sei semplicemente umana, tutto qui.
    Tutti abbiamo bisogno di interagire, anche chi non lo vuole ammettere.
    Mi dispiace per questo abbandono, ma non permettere che alimenti così tanto la tua sfiducia nel genere umano, o va a finire che quando è la volta buona che trovi qualcuno di cui fidarti davvero, te lo fai scappare.
    Un abbraccio forte, salutami Dublino, e dille che Dony prima o poi lì ci torna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dony...
      Domani ti saluto Dublino! Vieni a trovarci presto! :*

      Elimina