Google+ Followers

lunedì 14 ottobre 2013

Book shop

Ho appena finito di leggere "The Alchimist". Bello, mi è piaciuto. Domani compreró un altro libro. 'Brida' con tutta probabilità. Sempre di Paulo Coelho.
Sono stata a casa quasi tutto il giorno. Ieri sono andata a letto all'una, non so perché. Stavo sbirciando annunci per trovare una casa più vicina al mio lavoro. Ho mangiato tantissimo ieri e l'ho fatto anche oggi. Credo (spero) debba venirmi il ciclo. Stamattina sono rimasta nel letto fino a mezzogiorno, mezza dolorante. Poi sono scesa a mangiare e ho mangiato 6 toast e una mela, frazionati fino alle 18. Mah. Che alimentazione di merda.
Mi sono pure fatta la ceretta, così, tanto per passare il tempo. Poi mi sono allisciata i capelli e truccata bene. Così. Per me. Per andare a leggere nel bel coffee shop in Grafton Street, quello che rimane aperto fino a tardi.
Alle 6 PM sono andata in fermata. Arrivata nel locale ho preso un latte macchiato e una mini tortina al limone che andranno ad incollarsi sui miei fianchi e sul mio culo. Ma va beh. Enjoy.

Alle 9.30 PM avevo finito il libro. Wow. Mi incammino verso una fermata del bus a caso. Passeggio piano. Fa freddo, ma non così tanto. Non come fa freddo dentro me e dentro alcune persone che vedo passare.
Scendo dal bus, con la musica nelle orecchie. Brian Molko dice qualcosa su 'fix the pain away'. Io cammino per le strade desolate del mio quartiere di periferia, occhi al cielo. Chiedo 'perché?'. Nessuna risposta. Però si vedono le stelle pure stasera. Pure da sola.

Mi scrive mia madre su whatsapp:"Buonanotte!"
"Notte genitori, vi voglio bene, a domani"
"E noi ti amiamo.. A domani!"

E noi ti amiamo. E noi ti amiamo. E noi ti amiamo, continuo a ripetermi nella testa.

Nessun commento:

Posta un commento